Visure catastali e visure camerali disponibili per i cittadini

La legislazione in vigore nel nostro Paese prevede che gli immobili presenti sul territorio nazionale e le imprese operanti in Italia vengano debitamente registrati e censiti. Per questo sono stati istituiti il Catasto Edilizio ed il Registro delle Imprese.

I documenti che attestano l’esistenza degli immobili e delle imprese e le loro caratteristiche sono rispettivamente le visure catastali, rilasciate dall’Agenzia del Territorio, con i dati degli immobili, terreni e fabbricati presenti sul territorio italiano, e le visure camerali, che si riferiscono alle ditte, siano essere individuali o societarie, iscritte al Registro delle Imprese.

Agendo secondo le normative vigenti, chiunque può accedere a queste informazioni, nel pieno rispetto della legge per la tutela della privacy.

Di validità semestrale, la visura camerale rappresenta, in buona sostanza, la carta d’identità di un’azienda iscritta al Registro delle Imprese, informatizzato ed aggiornato in tempo reale. La visura camerale non ha valore di certificato, in quanto riporta solo i dati comunicati dalle aziende medesime.

Una visura camerale, altresì nota come visura della Camera di Commercio o visura CCIAA, può essere richiesta su qualsiasi impresa italiana regolarmente iscritta al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della provincia in cui ha sede l’azienda.

Sono escluse le associazioni, le fondazioni, gli enti non commerciali e tutti i componenti degli albi professionali, come, ad esempio, medici ed avvocati, a meno che abbiano costituito uno studio associato con qualifica di società.

La visura camerale può essere ordinaria, quando fornisce i dati attuali sull’impresa e le informazioni di natura economica, legale ed amministrativa, quali, ad esempio, la data di costituzione, i dati anagrafici, le cariche amministrative, la natura giuridica, l’attività dichiarata ed esercitata, le unità locali e gli organi sociali, o storica, quando riporta informazioni sui trascorsi della società a partire dalla data della sua costituzione.

Le modalità per richiedere una visura camerale sono molteplici. Potete recarvi di persona presso l’ufficio della Camera di Commercio territorialmente competente, attendere il vostro turno allo sportello e compilare l’apposito modulo di richiesta di visura in carta semplice. Il documento viene rilasciato immediatamente, dietro pagamento dei diritti di segreteria.

Vi potete affidare ad agenzie intermediarie che possono accedere ai registri pubblici e fornirvi il documento richiesto, o a professionisti abilitati a ricevere questo tipo di informazioni, tra cui commercialisti, notai ed avvocati.

Potete altresì procedere per via telematica. È possibile accedere alla banca dati telematica della Camera di Commercio anche online tramite portali web autorizzati che consentono ai cittadini di ottenere visure camerali via e-mail in tempi rapidi. Una visura camerale online ricevuta per posta elettronica ha esattamente lo stesso valore di una visura rilasciata in carta semplice presso gli sportelli della Camera di Commercio.

Leave a Reply