Anche L’Italia abbraccia i Bitcoin

bitcoin

Anche l’Italia spalanca le porte ai Bitcoin, la cripto-moneta che sta rivoluzionando l’attuale sistema delle valute, finora vincolate alle banche e ad un istituto centrale.

Il Belpaese in realtà ha sempre guardato con estrema diffidenza alle monete virtuali tanto che i maggiori esperti italiani del settore finanziario avevano presto parlato di “bolla speculativa”.

Al contrario Bitcoin ha continuato senza sosta a crescere di popolarità e la sua diffusione sta divenendo sempre più capillare, come già Fabio Vita, uno dei maggiori esperti italiani aveva previsto lo scorso anno. (leggi l’intervista di pokerlistings a Fabio vita)

Per fare un esempio anche Apple, che inizialmente aveva rifiutato le transizioni in bitcoin, ha presentato ora un nuovo software per permettere l’acquisto di servizi tramite la cripto-moneta.

Nel web ogni giorno compaiono nuovi store online per lo smercio e l’utilizzo dei bitcoin così come Associazioni nazionali per offrire supporto a chiunque decida di investire nella nuova moneta.

In Italia abbiamo la Bitcoin Foundation che sul suo sito ufficiale mette a disposizione degli utenti notizie sempre aggiornate sul mondo delle valute virtuali oltre ad una serie di servizi di supporto.

Questo non è che una delle tante iniziative che il nostro paese sta abbracciando per restare al passo coi tempi. L’ultima prevede l’istallazione dei primi bancomat dedicati al bitcoin.

Un modello sperimentale dell’ATM in questione era stato già presentato a Roma con il nome di Robocoin Kiosk nella Fabrica delle Startup.

Tramite lo sportello è possibile compiere diverse operazioni, come scambiare la cripto-moneta  per denaro in cash o acquistare e vendere online i propri bitcoin.

Nella sua versione definitiva, per rendere ancora più sicure tutte le operazioni svolte dall’utente, l’ATM sarà dotato non solo di un sistema di riconoscimento del codice fiscale ma anche di un dispositivo per il riconoscimento del palmo della mano.

La diffusione delle monete digitali è ormai una realtà innegabile e il fatto che il nostro paese abbia deciso di aprirsi a questo mutamento non può che essere considerato come un segno di rinnovamento, per uno Stato che troppo spesso è stato accusato di essere eccessivamente conservativo.

Proprio per questo motivo però è indispensabile che di pari passo alla diffusione e commercializzazione dei bitcoin, vengano opportunamente stilate leggi in grado di garantire una maggiore sicurezza per gli utenti.

Leave a Reply