Come funziona l’aumento di capitale

In questa guida ci occuperemo di capire come funziona l’aumento di capitale e di scoprire come sfruttare a proprio vantaggio i prossimi aumenti di capitale per guadagnare. L’aumento di capitale è una fase molto delicata per ogni azienda, una fase che segna la crescita della società. Per sostenere la crescita e per offrire il servizio o il prodotto ad un numero sempre maggiore di clienti, ogni azienda ha bisogno di un aumento del capitale a disposizione.

Capire come funziona l’aumento di capitale è importante però non solo per chi gestisce l’azienda in crescita, ma anche per chi ha intenzione di investire sulle società in forte crescita e che dovranno andare incontro ad un aumento del capitale garantito da nuovi investitori interessati al progetto e fiduciosi che esso possa crescere sempre di più. L’aumento del capitale societario è un’operazione delicata, che va a modificare il capitale sociale che viene indicato nello statuto della stessa società. Affinchè l’aumento possa essere effettuato, è necessario che l’operazione venga approvata dall’assemblea degli azionisti, i quali sono convocati per una riunione straordinaria e devono dare la loro approvazione. Ad approvazione ottenuta, il consiglio di amministrazione dell’azienda riceve il potere di aumentare il capitale.

Spiegare come funziona l’aumento di capitale, significa non solo vedere come può essere approvata l’operazione, ma anche i modi in cui l’aumento del capitale può essere ottenuto. Per effettuare l’aumento del capitale sociale sono disponibili due strade: la prima prevede l’emissione di nuovi titoli, che vengono offerti ai nuovi investitori interessati; la seconda prevede invece un aumento del valore delle azioni già emesse. L’assemblea degli azionisti dà al consiglio di amministrazione l’autorizzazione ad eseguire l’aumento del capitale, ma non stabilisce quando l’operazione deve essere compiuta. Questo perché il mercato è caratterizzato da una volatilità intrinseca, dunque è preferibile eseguire l’aumento del capitale sociale solo quando le condizioni del mercato sono le migliori. Il consiglio di amministrazione dell’azienda, dopo aver ottenuto l’autorizzazione, si riserva allora il diritto di attendere fino a quando le condizioni del mercato saranno quelle più propizie.

Un altro aspetto importante da sottolineare è che l’aumento del capitale non deve portare ad una variazione del peso che ciascun azionista ha nell’azienda della quale è socio. Proprio per evitare che questo principio non venga rispettato come deve essere, quando si sceglie di fare un aumento del capitale sociale si stabilisce anche il cosiddetto rapporto di concambio, ovvero il numero di nuove azioni che vengono date agli investitori già presenti nell’azienda per ciascuna delle azioni che hanno acquistato in precedenza.

Ovviamente il tasso di concambio riguarda solo gli investitori che sono veri proprietari del titolo societario. E’ fondamentale sottolineare questo punto perché per investire in azioni non è sempre necessario acquistarle davvero come alcuni erroneamente pensano, si possono infatti anche sfruttare i cosiddetti contratti per differenza. I possessori dei contratti per differenza vedranno un aumento dei loro profitti, dettato da un aumento del valore delle azioni, ma non riceveranno nessuno dei nuovi titoli emessi dall’azienda, perché questi investitori non fanno realmente parte della società.

Leave a Reply